logo-istituto

L’Istituto Italiano Zen Sôtô Shôbôzan Fudenji, Ente di culto riconosciuto con D.P.R. in data 5.7.1999  (G.U. 23.9.1999),  è stato costituito nel 1984  per sostenere e promuovere lo sviluppo della missione che ha il suo centro propulsore nel Tempio Shôbôzan Fudenji. Aderisce all'Unione Buddhista Italiana (U.B.I.). L'Istituto è il soggetto giuridico  rappresentativo degli interessi morali e patrimoniali della Comunità religiosa. Lo statuto dell'Ente delinea un ordinamento plasmato, anche nei suoi aspetti amministrativi e gestionali, dalla vocazione religiosa di preservare e tramandare correttamente l'autentica Dottrina di Shakyamuni Buddha, trasmessa ininterrottamente da Maestro a discepolo.Conformemente ai principi religiosi del Buddhismo Zen, l'attività dell'Istituto ha un impronta essenzialmente pedagogico-formativa. Il carattere peculiare del movimento rappresentato  dall'Istituto risiede nel fatto che tale attività non è rivolta esclusivamente ai monaci ordinati, ma anche ai laici, i quali sono chiamati ad un intenso impegno di vita nella testimonianza della fede nel Risveglio del Buddha (art. 4.2 lettera f) dello Statuto). Finalità di ricerca e di missione sono, nell’impegno dell’Istituto, strettamente connessi.  Dal 1989 è attivo un Centro di  studi, che cura la traduzione di testi ed ha avviato un programma di studi filosofico-teologici sulla storia e dottrina buddhiste, con particolare riferimento alla tradizione Zen Sôtô. Nel 1999 è stato istituito il Corso di studi teologici buddhisti  (consultare il programma specifico) per la formazione e qualificazione degli insegnanti religiosi, monaci e laici della tradizione Zen Sôtô. A disposizione degli studenti del Corso e degli iscritti è una biblioteca, che raccoglie numerosi testi sul Buddhismo e sullo  Zen. Sede dell’Istituto è il complesso monastico di Shôbôzan Fudenji, in Salsomaggiore Terme (PR).